Ho imparato

Ho imparato a lasciar stare, anzi, ho imparato a lasciarla stare, però... però... c'è sempre un però di troppo; e a volte anche l'azzurro cela il temporale. Giornate infinite e caldo, tanto caldo mi rendono inquieta, nervosa ed esausta. E intanto una goccia scende dalla fronte. Un rivolo bollente attraversa le guance, asciugo la perla... Continue Reading →

A Iulia

Un'onda va e un'altra viene, fissi il loro moto cullandoti nel placido sciabordio rotto dal verso sgraziato dei gabbiani che giocano nel cielo. Le tue nuvole sono lontane, così piccole dinanzi a questo orizzonte; poi un lampo squarcia la tranquilla routine, e briciole di fuoco si riflettono nell'acqua. Piombi in un silenzio irreale, ti guardi... Continue Reading →

Davide contro Golia

Le sirene spezzano un'aria infuocata da lampi di morte. Il silenzio rotto dai singhiozzi cala sul vuoto. Macerie che grondano sangue, fumo incandescente offusca la vista. Vite sospese si incrociano nel bunker, file di disperazione si ammassano lungo i confini. Chi resta cerca riparo nel coraggio mentre assedi medioevali sfiancano il cuore. Quando finirà? Voci... Continue Reading →

Al fuoco!

Divampa l'incendio e tu che fai? Ti ritrovi tra le fiamme in cerca di una spiegazione; sfogli la margherita, ma cos'è? Aspetti... un'attesa inutile, e un dubbio che logora; altra ruggine si alza. Ahi, quanto brucia! Non c'è tregua, la pelle porta i segni del fuoco, cicatrici visibili che scottano, penetrano nella carne facendoti vacillare.... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑