Davide contro Golia

Le sirene spezzano un'aria infuocata da lampi di morte. Il silenzio rotto dai singhiozzi cala sul vuoto. Macerie che grondano sangue, fumo incandescente offusca la vista. Vite sospese si incrociano nel bunker, file di disperazione si ammassano lungo i confini. Chi resta cerca riparo nel coraggio mentre assedi medioevali sfiancano il cuore. Quando finirà? Voci... Continue Reading →

A che, o a chi, serve?

Il cielo s'illumina e una pioggia di fuoco suona la sveglia a un Occidente addormentato, scrosci di voci di condanna non piegano il comandante nella stanza dei bottoni; troppe parole sono state dette, la storia non insegna mai. Corsi e ricorsi, il passato diventa attuale e, oggi come allora, la follia di pochi è la... Continue Reading →

La giostra

Fiumi in piena alzano una vorticosa polveriera, e poi cosa rimane di tutto questo dolore? Ti godi il fumoso silenzio delle macerie, osservi il passato, ma vuoi chiudere gli occhi. A cosa è servito arrivare fin qui? Cerchi di riempire il vuoto, ma il tempo scorre inesorabile; scivola via, lontano, attraversando lo spazio effimero dei... Continue Reading →

Al fuoco!

Divampa l'incendio e tu che fai? Ti ritrovi tra le fiamme in cerca di una spiegazione; sfogli la margherita, ma cos'è? Aspetti... un'attesa inutile, e un dubbio che logora; altra ruggine si alza. Ahi, quanto brucia! Non c'è tregua, la pelle porta i segni del fuoco, cicatrici visibili che scottano, penetrano nella carne facendoti vacillare.... Continue Reading →

Più su

Hai ragione, scusami, però non ti ho abbandonato, era solo una pausa dal groviglio scuro che ogni tanto riappare; se ne sta lì, nascosto nell'ombra e poi... e poi all'improvviso ti sfiora. Si avvicina, sottile come una lama, e pian piano ti avvolge con le sue spire. Tempo, chiedi solamente del tempo per tornare nel... Continue Reading →

Ricaduta

E poi ci provi, ci provi veramente, ci provi disperatamente e per un piccolo frammento ci credi, ma l'illusione non regge e torna il vento arido che spazza il deserto. Ti aggrappi alle nuvole, vuoi salire, ma l'effimera presa svanisce sotto le dita; e allora si ricomincia, ma stavolta cadi sempre più giù, dove il... Continue Reading →

Io ci provo

Buio, luce, e poi di nuovo un turbinio intermittente che cambia intensità; in un attimo il cuore sembra battere all'unisono con quei led luminosi. Promesse infrante, false promesse e promesse non mantenute brillano nel cuore; nuove scintile sgorgano da invisibili cicatrici rompendo l'austerità notturna. E allora altre speranze, nuove speranze si sovrappongono ai rimpianti; ci... Continue Reading →

Senza fiato

Parole al vento, parole che si perdono nel tempo, parole, solo parole; ti circondano per tutta la vita e non ci fai neanche caso, fino a quando? Un allegro turbinio ti solleva, ma all'improvviso capita che sparisce tutto, e allora il vento ti scaraventa giù, e piano piano il grigio diventa nero. Buio senza luna,... Continue Reading →

Un’altra volta

Andare, venire o aspettare? Un doloroso viavai, sorrisi e racconti che scavano, cicatrici che si ridestano, e tu? Tu non parli, ascolti in silenzio con gli occhi a ieri, ma dov'eri? Fuori tempo, fuori posto, insomma fuori, e intanto la sabbia continua a scivolare tra le tue dita tremanti. I fantasmi fluttuano nell'aria statica, senti... Continue Reading →

Sole tiepido

Ferma, immobile ad ascoltare il battito delle cicatrici osservi il sole sparire dietro le montagne; una palla rossa, fuoco gelato che non riesce a scaldarti. Chiudi gli occhi stanca, un vuoto profondo, buio senza luna che ti spinge giù, a sfiorare il nero, e poi scendi ancora, ancora e ancora; poi di colpo in alto,... Continue Reading →

Montagne russe

Lassù, in alto dove ogni suono è melodia, respiri sorridendo seguendo l'impeto passionale; poi un colpo, è un attimo e precipiti giù, nel buio senza luna dove si perdono le note e un lugubre silenzio avvolge l'anima. Il turbinio del vento incalza stanche membra, una luce fioca non riesce a portarti in alto; sali per... Continue Reading →

Tumulto

Nubi nere minacciano un cielo agitato, già provato da troppi pesi; scorie che si accumulano gravando sulla tua fragilità emotiva. Hai paura, ma adesso devi scegliere, hai resistito al canto delle sirene fino a oggi fregandotene delle conseguenze. Rischi? Forse sì, forse no, forse... boh; il tempo segue la sua marcia lasciandoti nel limbo. La... Continue Reading →

La clessidra

Prima o poi accade e quando succede non fa rumore; ti frana addosso e non te ne accorgi finché non è passato. E fa male, accidenti se fa male, apri gli occhi e vedi il fumo sulla pelle mentre il ghiaccio scorre nelle vene. Non c'è più tempo neanche per avere paura; su e giù... Continue Reading →

Perle di luce #2

Un percorso che si snoda tra vecchi vicoli, un bivio, dove vado? Non so quale perla brilli di più... vabbè, il ventaglio è troppo ampio; da uno stile all'altro, e mi ritrovo a saltare tra i secoli. Con buona pace delle sospensioni della mia sedia, i vecchi e cari sampietrini non sono il fondo pista... Continue Reading →

Perle di luce

Freddo pungente, vento, pioggia, ma veramente siamo solo a ottobre? Scherzi di un clima impazzito regalano un piccolo angolino di caldo sole autunnale; un regalo, sì, perché tutta questa bellezza non può essere che un dono prezioso. Forse ci siamo abituati, ma a volte è bello sapersi ancora emozionare, pure se non è la prima... Continue Reading →

Cristalli di sabbia

Il ticchettio diventa frastuono, dai vetri chiusi vedo la pioggia scivolare via; le nuvole si cambiano d'abito optando per il grigio. L'umore balla, intrecciando una folle danza con il vento mentre il tempo scorre, mi giro e vedo mucchi di anni persi a costellare la strada; una scia che può chiudersi in un pugno, è... Continue Reading →

Salti temporali

Dove sono le mie ali? Le ruote girano infrangendo promesse. TIC TAC TIC TAC Il tempo scorre, fuggendo veloce scivola tra le dita; dietro di sé solo polvere, ammassi di cenere di desideri sbiaditi, cristallizzati in un futuro impossibile. E intanto le ruote girano, il respiro diventa affanno senza che me ne accorga veramente; e... Continue Reading →

Insetti molesti

Un sole freddo riscalda a metà illuminando per intero le ombre; parole, tante, troppe parole prive di reale significato fluttuano nell'aria circostante e si avvicinano, si addensano sopra la testa come nubi minacciose. Un sentimento nuovo si affaccia e mi rendo conto di odiare; sì, e con vero trasporto. Cosa odio? Detesto un piccolo e... Continue Reading →

Sottile come vento

Un ticchettio leggero sui vetri, un suono lontano, una melodia ancestrale che avevo quasi dimenticato rinfranca le membra; l'aria tiepida dopo il fuoco estivo è un balsamo per il corpo, la pelle si schiarisce cancellando i segni del trimestrale passaggio. Eppure... Eppure? Sì, eppure avverto ancora un peso; piccole zavorre di ieri bussano alla porta.... Continue Reading →

Una curva tra la polvere

Un banalissimo sorriso, tanto chi guarda oltre? Una curva appena accennata dalle labbra e tutti constatano la tua serenità, anzi, arrivano a invidiarla; ma loro che ne sanno? Che ne sanno della paura? Che ne sanno delle lacrime? Che ne sanno dello sforzo che c'è dietro a quel gesto? Un lampo senza tuono, solo il... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑