Solo per te

Grazie. Quando le parole temevano di dar voce ai pensieri tu l’hai capito, non c’eri, ma in realtà eri ancora più presente; avevo dimenticato il bianco delle nuvole, e tu hai dipinto il cielo d’azzurro per farle brillare.

Grazie. Come si fa a sognare ancora? Senza parlare mi hai preso la mano portandomi in alto, fin lassù, dove le lacrime diventano cristalli di rugiada, dove non osavo più sperare.

Grazie. I brividi coprivano la pelle e le gambe tremavano, oscillavo sul vuoto mentre incartavo emozioni; gli occhi si inumidivano esausti da troppe emozioni, ma tu li hai asciugati insegnandomi nuove prospettive.

Grazie. Vivevo al buio, ma tu hai acceso il sole.

Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: