Altrove

Una goccia e poi un'altra e un'altra ancora riempiono un vaso ormai colmo che traballa sull'orlo del precipizio ma tu non vuoi cadere e allora scappi, fuggi dove non ci sono né grida né l'assordante silenzio che si trasforma in frastuono rimbombando dentro di te. Ma dov'è questo posto? Non lo so eppure c'è giuro,... Continue Reading →

Tutta colpa di Epicuro

Tempo perso volato via nell'attimo di un battito d'ali di una farfalla che danza nell'aria tiepida, il sole fa capolino da dietro una nuvola ricordandoti che l'inverno è quasi finito. Veramente? Un anno pieno di tutto ma allo stesso tempo vuoto in cui ti sorprendevi a meravigliarti per un fiore che sbocciava, adesso la storia... Continue Reading →

Sono tornata

«Sei tu?» Dopo un anno in cui il rumore più forte era rappresentato dai tuoi pensieri ti ritrovi a sorprenderti per quel suono inaspettato e allegro provenire da te, stenti a riconoscerlo ma alla fine hai ceduto. Devi ammetterlo ti mancava e - più forte di un anticorpo monoclonale - è arrivata in tuo soccorso,... Continue Reading →

Battiti

Un rumore di passi nel cuore della notte no, non sono passi ma è un martellamento sordo e continuo e resti sveglia ad ascoltare... Bum bum bum Nell'aria buia, silenziosa e immobile lo senti e mentre il petto si alza e si abbassa rimani lì guardinga a cercare di capire senza osare muoverti. Ma cos'è?... Continue Reading →

Fantasia al potere

Un raggio di sole spunta prepotente tra le nuvole illudendoci e per un attimo ci credi e ricordi di abbracci e chiassose riunioni si prendono la scena nella tua mente, ti mancano le abitudini - anche quelle che detestavi - e ti senti intrappolato nel grigiore di un limbo che pare infinito. Cerchi un riparo... Continue Reading →

Post

Shhh Silenzio Il tempo riempie queste giornate vuote mentre il sole ci illude con il suo calore ghiacciato, poi ci rifletti ma che cosa è successo? Sembra di muoversi in uno scenario post bellico - tipo Ken il Guerriero 😂 - e così ti ritrovi a casa al sicuro e ti stupisci a guardare vecchie... Continue Reading →

A scuola

Volando sulla scopa la Befana si è portata via queste strane vacanze natalizie e, nell'incertezza tra un DPCM e l'altro, penso che a gennaio sarà il mio sedicesimo compleanno. Anche io ogni 7 gennaio torno a scuola - seppur senza banco a rotelle - mi ritrovo a varcare la soglia di un nuovo universo come... Continue Reading →

Nuovi attimi

Una goccia e poi un'altra e un'altra ancora, cielo plumbeo mentre un timido sole s'affaccia dalle nubi e l'odore dell'acqua mi solletica le narici e, anche se so che non è possibile io lo sento. La pioggia ci accoglie nel nuovo anno come a voler lavare via tanti troppi giorni diventati mesi spezzati, e ti... Continue Reading →

365 + 1

Stracciato il record di Mr. Fogg un vecchietto barbuto distribuisce doni in tutto il mondo in una notte bambini che scrivono letterine sperando in quel regalo e la frenesia della ricerca della perfezione si dissolve in un turbinio di carte colorate. Ma quest'anno no adesso l'unica urgenza è dettata dalla vicinanza con i nostri cari... Continue Reading →

Dolmen

Un'attesa che sa di festa con case e città vestite di luce gente che va e che viene felice, poi apri gli occhi e vedi che tutto ciò non c'è più. Abitudini che cambiano, non fa niente ci sono abituata a cercare nuovi equilibri ma la solitudine no, dovrebbe essere vietata per legge a Natale... Continue Reading →

Attese e speranze

La luce intermittente fa risplendere l'oro di una pallina che dondola su un ramo di plastica, ti fermi ad osservarla riflettendo su quest'anno pazzo sentendoti strana, si perché vedere le città vuote vestite a festa ti mette un po' di tristezza, ma poi se ci pensi bene è .la perfetta metafora dei nostri tempi. Attaccati... Continue Reading →

Il trono mobile

Qualche mese fa mi è arrivato il nuovo "trono mobile", volgarmente detto sedia a rotelle, e ho riflettuto su quanto sia cambiata in questi ultimi anni la mia vita. La prima scossa del mio terremoto esistenziale è avvenuta quindici anni fa in seguito alla diagnosi di sclerosi multipla, lo sciame sismico è stato lungo e... Continue Reading →

Psiche

«Come stai?» «Considerato il "periodo Covid" con conseguenti fobie benissimo grazie» Questo è l'inizio di una telefonata qualsiasi in un giorno qualsiasi, a pensarci bene può diventare l'incipit del libro "Romanzo della quarantena di Francesca" , non scherzo se prima questa era una banalissima domanda di routine adesso ha assunto una nuova accezione. Come sto?... Continue Reading →

Arcobaleno

Una goccia e poi un' altra e un' altra ancora bagna una terra infiammata, maltrattata dai suoi abitanti che ostentano sicurezza quando l'unica certezza è la loro fragilità. Un anno anomalo ha guastato quell'idea di perfezione in cui ci rifugiavamo sicuri della nostra perfezione e fu così che ci ritrovammo sconvolti, circondati da crepe e... Continue Reading →

Dentro al tunnel

Silenzio Frastuono Trombette da stadio e martelli pneumatici seguiti dal terremoto ma io non riesco a muovermi né a pensare, eppure siamo circondati da rumori ma perché stamattina il mio corpo sembra un amplificatore? La testa in gabbia che mi fa assomigliare ad Hannibal Lecter mentre io devo stare ferma. Immobile L'appuntamento annuale con il... Continue Reading →

A luce spenta

Un raggio di sole spunta tre le nuvole illuminando la lucida armatura di un cavaliere che sfidando la peste si appresta a una cruenta battaglia contro gli infedeli. Medioevo? Siamo ripiombati nell'incubo della pestilenza venuta da Oriente e no, non bastava questo ad infiammare l'Europa perché nel vecchio continente serpeggia un virus più pericoloso del... Continue Reading →

Le stagioni sospese

Ti stupisci nel sentire di nuovo quel sapore un po' acre e un po' dolce che da bambina ti piaceva tanto, guardi il cesto pieno di questi bizzarri frutti dai colori autunnali e sorridi persa in piacevoli sensazioni. Nei miti Greci il melograno era il simbolo dell'avvicendarsi delle stagioni, sei chicchi legarono per sempre Persefone... Continue Reading →

Ti voglio bene

Un oggetto. No una foto non è un semplice oggetto ma un istante cristallizzato nel tempo, attimi che fuggono e istantanee piene di significato che restano tra le tue mani e riempiono il presente di dolcezza. Ti assalgono i ricordi che come onde del mare si rincorrono senza che tu le possa fermare. Lì avrò... Continue Reading →

Che anno è?

Un semplice numero rimbalza nella tua testa inchiodandoti alla realtà di un tempo che ti è sfuggito di mano, anni scivolati via in un battito che si accumulano come polvere invisibile sotto il tappeto delle tue paure. Immobile. Questa è la sensazione che hai guardandoti allo specchio, ma davvero sono qui? Pensieri confusi affollano la... Continue Reading →

Autunno

Una foglia danza nel vento lontana dal suo albero e plana distrattamente su una pozzanghera, guardala sembra una barchetta rossa che dondola ormai stanca nel porto. La osservo e penso che ci salirei, mollare gli ormeggi e prendere il largo senza meta facendosi guidare dal viaggio. Lo stesso che succede durante la vita, progetti tutto... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑